Carlo Cracco


Nato a Vicenza nel 1965, ha frequentato l’I.P.C. a Recoaro Terme.
Nel 1986 comincia la sua carriera professionale da Gualtiero Marchesi a Milano, il primo ristorante italiano che raggiunge le tre stelle Michelin.
In seguito Cracco lavora presso la “Meridiana” di Garlenda (Savona), Hotel di Charme della catena Relais & Chateux  di Savona.
Si trasferisce per 3 anni in Francia dove ha l’opportunità di conoscere i segreti della cucina francese sotto la guida di Alain Ducasse (Hotel de Paris) e Lucas Carton (Senderens, Paris).
Dopo queste esperienza, Cracco torna in Italia, a Firenze, dove diventa primo chef all’ Enoteca Pinchiorri. Durante la sua conduzione ottiene in brevissimo tempo le tre stelle Michelin.
Gualtiero Marchesi lo richiama per l’apertura del suo ristorante L’Albereta” a Erbusco (Brescia), dove Cracco lavora come chef per tre anni.
Subito dopo questa esperienza  si sposta in Piemonte dove apre il ristorante “Le Clivie”, a Piobesi d’Alba (Cuneo). Qui, dopo solo un anno, guadagna la stella Michelin.
Dopo pochi anni, accetta l’invito della famiglia Stoppani, proprietaria del negozio di gastronomia più famoso di Milano dal 1883, per l’apertura del ristorante Cracco-Peck, dove Cracco assume  il ruolo di Chef Executive.
Il ristorante è aperto dal 2001, in un edificio elegante nel centro di Milano; con il suo arrivo il ristorante ha guadagnato le due stelle Michelin, 18,5/20 per l’ Espresso e 3 forchette per il Gambero Rosso. Nel 2007 è stato nominato uno dei 50 migliori Ristoranti al mondo.
Da Luglio 2007 Carlo Cracco è Chef Patron del Ristorante Cracco.
In autunno, il ristorante si trasferirà in Galleria Vittorio Emanuele.
Nel  2006 è stato insignito dell’Ambrogino d’Oro
Nel 2012 ha inizio la collaborazione con Singapore Airlines dove lo chef Cracco si occupa della creazione dei menù per la business e la first class.
Oggi Carlo Cracco ricopre il ruolo di presidente dell’Associazione Maestro Martino, associazione no-profit il cui obiettivo principale è quello di promuovere la Cucina d’Autore e le eccellenze del nostro territorio.
Da anni è testimonial e collabora con Ifad, un’agenzia specializzata dell’Onu che si occupa dell’incremento delle attività agricole, mettendo le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare, migliorare la qualità della loro alimentazione e rafforzare le proprie capacità di adattamento.
Nel Febbraio 2014 Carlo Cracco ha aperto “Carlo e Camilla in Segheria”, bistro e cocktail bar che è stato nominato miglior ristorante del mondo da Wallpaper nel 2015.Carlo Cracco è stato nominato Ambasciatore della Regione Lombardia per Expo2015.
Nel 2016 Carlo Cracco apre Ovo by Carlo Cracco a Mosca, ristorante gastronomico all’interno del gruppo Sud Koreano, Lotte.
A Febbraio 2018 il Ristorante Cracco si trasferisce in  Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.
1200 metri quadri di superfici diviso su più piani: una cantina  che contiene oltre settemila bottiglie, a piano terra il cafè Cracco, al primo piano nobile il Ristorante Gastronomico ed infine la Sala Mengoni per feste ed eventi.
Nell’ Aprile 2019 Carlo Cracco ha aperto “Carlo e Camilla in Duomo”, gastro - bistrot nato dal rinnovo del ristorante dello Chef in via Victor Hugo . 

Libri

La versione di Cracco, Audible 2018
Il buono che fa bene, Vallardi 2017
E' nato prima l'uovo o la farina? Rizzoli, 2016

In principio era l'anguria salata , Rizzoli, 2015
Dire, fare, brasare. In 11 lezioni e 40 ricette tutte le tecniche per superarsi in cucina, Rizzoli, 2014
A qualcuno piace Cracco, Rizzoli, 2014
Se vuoi fare il figo usa lo scalogno. Dalla pratica alla grammatica: imparare a cucinare in 60 ricette, Rizzoli, 2014




 

ROMA 00165
Via Gregorio VII, 126
Tel. +39.06.3219252
Bologna 40123
Via Saragozza, 26
Tel +39.051.343830
CONTATTI
Copyright © 2003-2015 - Mismaonda S.r.l. - P.IVA 04242530378
Torna su