Errico Buonanno

Anno di nascita: 1979
Lingue: inglese

Profilo Professionale

Scrittore, pubblicista, autore e conduttore televisivo e radiofonico. Ho firmato programmi per Rai e Mediaset e sono da anni autore e voce di programmi per Rai Radio2.

Collaboratore delle pagine culturali del “Corriere della Sera” e di numerose altre testate. In ambito editoriale, ho pubblicato saggi e romanzi per Einaudi, Rizzoli e Laterza.

Dal 2015, sono curatore scientifico del “Falseum – Museo del Falso e dellʹinganno” di Verrone.

Esperienze lavorative

Ho iniziato nel 2009 la mia collaborazione con la Rai in veste di autore dei testi del portale web di Rai Trade.

A partire dal gennaio 2010, sono stato autore e voce delle tre stagioni del programma Io, Chiara e l’Oscuro, ideato e condotto da Chiara Gamberale, in onda su Rai Radio2.

Tra riflessione e intrattenimento, il programma portava virtualmente a “stendersi sul lettino” e a confessarsi sia il pubblico che i protagonisti della cultura, dello spettacolo e dello sport nazionale. Oltre alla cura dei contenuti, affiancavo Chiara Gamberale al microfono interpretando la voce razionale della sua Testa.

Nello stesso periodo (2010-2012), sono stato ospite fisso del programma Geo&Geo, in onda su Rai3, all’interno del quale tenevo una rubrica di Cultura e Cucina: accanto alla conduttrice Sveva Sagramola e a uno chef, raccontavo e mostravo al pubblico le grandi ricette scovabili all’interno dei classici della letteratura e del cinema.

Dal gennaio al giugno del 2013, ancora per Rai Radio2, assieme a Marco Presta e Franco Bertini, sono stato autore del programma Perfavore parlate al conducente, condotto da Flavio Insinna.

Ancora nella stagione 2012-2013, ho preso parte come autore e, in video, come giudice e insegnante al reality La Scimmia, prodotto dalla Taodue di Pietro Valsecchi e andato in onda prima su Italia 1 e successivamente, a partire da novembre 2012, inserito all’interno di Amici di Maria De Filippi, su Canale 5. Primo esperimento di “learning show”, il programma si poneva il compito di portare alla maturità un gruppo di ragazzi che avevano lasciato gli studi, facendo loro riscoprire la passione per la cultura. Oltre alla scrittura del programma, il mio ruolo era quello di docente di lettere e comportava delle vere e proprie lezioni e la valutazione degli studenti attraverso sfide che andavano regolarmente in onda nella fascia pomeridiana di Amici.

Tra maggio e dicembre 2014 ho ideato, diretto e realizzato la web serie “I ragazzi degli anni ‘90”, un esperimento unico che si proponeva di ricostruire lo spirito e le mode di un decennio attraverso il montaggio dei filmati VHS da me stesso girati da adolescente nel 1997. Prodotta e distribuita da RCS attraverso Corriere.it, e rilanciata sulle pagine del “Corriere delle sera”, la serie è stata premiata fin da subito da un grande successo. Fin dalla prima puntata, le condivisioni hanno superato le 40.000 e le visualizzazioni sono arrivate a 290.000. Su Twitter, l’hashtag #ragazzianni90 è subito giunto al terzo posto tra i trendtopic italiani.

Tra il 2014 e il 2016, sono stato autore e co-conduttore delle due stagioni del programma “I Provinciali”, con Pif e Michele Astori, in onda dal lunedì al venerdì su Rai Radio 2. All’interno della trasmissione, il “professor Buonanno” aiutava Pif e Michele a scoprire pregi e difetti del mondo della provincia italiana, tra grandi storie di paese e notizie incredibili.

Tra il 2015 e il 2016, sono stato autore del ciclo in venti puntate “I grandi della letteratura italiana”, condotto da Edoardo Camurri, in onda ogni lunedì in prima serata su Rai5

Nel 2016 ho lavorato come autore del programma culturale “Memo”, condotto da Nicola Lagioia su Rai5

Attore e sceneggiatore, tra il 2000 e il 2015, ho realizzato cortometraggi e lungometraggi:

- Ruolo da attore nel lungometraggio Elena ‘83, regia di Luca Biglione, prodotto da Roberto Bessi per la Buskin Film, 2000

- Soggetto e sceneggiatura (con Giacomo Cimini) del cortometraggio Miss my muse in Summertime, regia di G.Cimini, prodotto dalla No Point Film, Digital Desk, Digit Movies. (Premio della Giuria e Premio del Pubblico al IV RAGLAN Film Festival nel Marzo 2002; Premio del Pubblico al IV CINEMAE, festival cinematografico del Ministero degli Affari Esteri, con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, nel Giugno 2002; Menzione speciale al festival di Trevignano, Luglio 2002)

- Soggetto, sceneggiatura, regia e interpretazione (con Arpad Vincenti e Matteo Benedetti) del cortometraggio D, produzione Whist, (Premio Speciale del Pubblico al Festival di Ferentino “Arrivano i Corti”)

- Ruolo da attore nella Fiction Rai Tutti i sogni del mondo, regia di Paolo Poeti, Rizzoli srl

- Ruolo da attore nella fiction Mediaset Squadra mobile, regia Alexis Sweet, prodotto da Taodue (giugno 2015)

Esperienze in ambito editoriale

Parallelamente allo spettacolo, ho portato avanti l’attività giornalistica come pubblicista (tessera n. 123284, Ordine dei Giornalisti del Lazio). Dopo l’iniziale collaborazione con “Il manifesto”, tra il 2004 e il 2012 ho regolarmente scritto per le pagine culturali del quotiano “Il Riformista”.

A partire dal 2012, scrivo sulle pagine de “Il Corriere della Sera” e sul supplemento culturale “La Lettura”. Collaborostabilmente con “Nuovi Argomenti”, “Rivista Studio” e “Linus”.

Sono stato stato editor di narrativa italiana e direttore di collana, tra il 2004 e il 2010, presso la Marsilio editori di Venezia. Per la stessa casa editrice, sono stato redattore della rivista “Zero”, diretta da Giuliano Da Empoli tra il 2005 e il 2006.

Come scrittore, ho esordito nel 2003 presso Marsilio con Piccola Serenata Notturna. Il romanzo, già risultato vincitore della XIV edizione del Premio Italo Calvino come migliore inedito, ha vinto successivamente numerosi premi ed è stato selezionato dalla Casa di Cultura Italiana di New York per il Premio Zerilli Marimò. Giunto presto alla seconda edizione, è infine entrato nella Selezione Premio Strega 2003.

Sono seguiti diversi romanzi, saggi e reportage:

- Partita doppia (con Gianni Farinetti, Aliberti 2005)

- L’accademia Pessoa (Einaudi Stile Libero, 2007; vincitore del Premio Orient Express e tradotto in Germania per Fahrenheit nel 2008)

- Sarà vero. Falsi, sospetti e bufale che hanno fatto la Storia (Einaudi Stile Libero, 2009; tre edizioni)

- L’eternità stanca. Pellegrinaggio agnostico tra le nuove religioni (Laterza, 2012)

- La sindrome di Nerone. In ogni grande dittatore un artista mancato (Rizzoli, 2013; Premio Palmi saggistica)

- Lotta di classe al terzo piano (Rizzoli, 2014; due edizioni)

 A queste opere, si aggiungono diversi racconti apparsi in riviste quali “Nuovi Argomenti”, “Satisfiction” e “Reset”, e antologie come Dizionario affettivo della lingua italiana (Fandango 2008) e Un bacio in bocca (Longanesi 2016), oltre al

libro Io, Chiara e l’Oscuro, uscito per Transeuropa nel 2012 e tratto dall’omonima trasmissione condotta con Chiara Gamberale su Rai Radio2

Dotato di conoscenza della lingua inglese a livello accademico (IELTS Academic gennaio 2015, Overall Band Score: 7), ho inoltre curato la traduzione dall’inglese di diverse opere di letteratura e saggistica, tra cui:

- Chen Guidi, Wu Chuntao, Può la barca affondare l’acqua? (Marsilio, 2007)

- China Keitetsi, Una bambina soldato (Marsilio, 2008)

- Lucille Eichengreen, Le donne e l’Olocausto. Ricordi dall’inferno dei lager (Marsilio, 2012)

- M.E. Thomas, Confessioni di una sociopatica (Marsilio, 2013)

 A partire dal 2010, rivesto il ruolo di Direttore scientifico del Falseum, Museo del Falso di Verrone (Biella). Centro museale unico nel suo genere, e direttamente collegato agli studi sul tema che ho sviluppato nel mio saggio Sarà vero, ha aperto le porte nel settembre del 2015 e, grazie a tecnologie all’avanguardia, offre al pubblico l’occasione di compiere un viaggio attraverso le bugie, le imposture e i grandi falsi che hanno cambiato per sempre la Storia.

Ancora nell’ambito del Falseum, partecipo stabilmente all’organizzazione dell’evento “Fake Festival” di Verrone, giunto alla seconda edizione

Studi

Dopo la maturità classica presso il liceo Torquato Tasso di Roma, ho studiato Lettere Moderne presso l’Università La Sapienza.
Ho conseguito la laurea in Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea nell’aprile del 2004 (terza sessione dell’anno accademico 2002/2003) con il voto di 110 e lode.
La  tesi Il secolo nuovo: poetiche ed autorappresentazione della modernità nel Novecento letterario italiano è stata parzialmente pubblicata su “Studi Novecenteschi” (luglio-dicembre 2004)

 



Categoria: Autori

 

ROMA 00165
Via Gregorio VII, 126
Tel. +39.06.3219252
Bologna 40123
Via Saragozza, 26
Tel +39.051.343830
CONTATTI
Copyright © 2003-2015 - Mismaonda S.r.l. - P.IVA 04242530378
Torna su