Cristina Bowerman


Cristina Bowerman, chef stella Michelin, è nata in Italia a Cerignola, in provincia di Foggia. Dopo la laurea in Giurisprudenza, nel 1992 lascia la Puglia per gli USA. In California alterna gli studi forensi e quelli in graphic design, al lavoro da Higher Grounds, coffee house di San Francisco.
Nel 1998 si trasferisce ad Austin, dove consegue la laurea in Culinary Arts. Nel 2004 decide di tornare in Italia, presso il Convivio dei fratelli Troiani a Roma, poi da Glass Hostaria. Qui Cristina Bowerman propone la sua cucina decisamente originale. Il pubblico della Capitale e quello internazionale sono conquistati totalmente dalla sua cucina e, nel 2010, le viene riconosciuta la stella Michelin.
La sua storia e quella del ristorante Glass sono diventate un case study all’Università Bocconi nel programma 2010.
Nel 2008 riceve Due Forchette nella Guida del Gambero Rosso.
Nel novembre 2012 nasce Romeo Chef&Baker, nel quartiere Prati di Roma. È così che nascono anche le due Api Romeo, realizzate nel 2013 per rendere itinerante la proposta. Un’esperienza che si completerà nel 2015 con il lancio di Frigo, Il Van del Gelato artigianale. Romeo è anche al Testaccio Market di Roma, concept pop di ispirazione internazionale. Due banchi all’interno del mercato popolare, dove acquistare pranzi gourmet veloci da asporto. Vicino al salato c’è il banco di Frigo con gelati artigianali.
Nel 2013 viene premiata come Chef Donna dell’Anno a Identità Golose 2013.
L’ultimo progetto della Chef è Romeo, nel quartiere Testaccio di Roma, in Piazza dell’Emporio, più di duemila mq tra il ristorante, la gelateria Frigo e la nuova nata, la pizzeria Giulietta.
Nel 2014 per Mondadori esce il libro: Da Cerignola a San Francisco e ritorno– La mia vita di chef controcorrente.
Nel 2015 Cristina Bowerman è anche l’unica donna selezionata come Chef Ambassador di Expo Milano2015.
Nel novembre 2015 la chef riceve il Premio Aila Progetto Donna dell’Associazione Aila Fondazione Italiana per la Lotta contro l'artrosi e l'osteoporosi. A marzo 2016 le viene assegnato il premio Identità Nuove Sfide a Identità Golose 2016.
A giugno 2016 è nominata primo Presidente dell’Associazione Ambasciatori del Gusto. Nello stesso anno firma la consulenza con Autogrill nell’apertura del bistrot Assaggio (Terminal 3 di Fiumicino) e,nel 2017, con il museo Maxxi di Roma per la supervisione dell’offerta gourmet del nuovo servizio di ristorazione.
A maggio 2017 riceve il premio speciale “Non omnia possumus omnes” durante la IX edizione del Premio Letterario Nazionale Nicola Zingarelli.
A febbraio 2018 è nominata Ambasciatrice dall’Associazione Telefono Rosa, membro del Comitato Tecnico di Coordinamento, dal Ministro dei Beni culturali e del turismo, Dario Franceschini, per l’Anno del Cibo Italiano 2018 e, a marzo, membro del Comitato di Indirizzo del corso di laurea in Scienze e Culture Enogastronomiche presso l’Università di Roma Tre. Infine, viene premiata ai Cinecibo Awards di Roma per la sua creatività in cucina.
Tra i suoi impegni più sentiti: ACTION AID, Fiorano For Kids, Food Act.

 

 

 

 

Dopo la laurea in Giurisprudenza, Cristina Bowerman continua gli studi forensi presso
l’Universitá di San Francisco USF in California, USA. 
Ed é proprio a San Francisco, nel 1992, che ottiene il suo primo lavoro in cucina,
 in un noto breakfast place chiamato Higher Grounds.

Negli anni successivi continua a coltivare la passione culinaria e, una volta trasferita ad Austin, TX fonda la piccola compagnia “The Two Skinny Ladies” e cucina a domicilio.

Maturata la decisione di diventare una professionista della cucina, si laurea in arti Culinarie presso l’Universitá di Austin, TX con il programma della famosa scuola Parigina Cordon Bleu.
 Nel 2004, dopo svariate esperienze di rilievo e non negli Stati Uniti risalenti anche al periodo del corso di laurea, tra cui spicca quella per il Driskill Grill (******), decide di ritornare in Italia per un’esperienza professionale, scegliendo il Convivio Troiani, noto stellato romano.

Alle soglie del suo ritorno negli USA nel 2005, le viene offerta la direzione della cucina 
di un ristorante a Roma e, successivamente, la direzione della cucina del “Cuoco a Domicilio”,
 in societá con Andrea Golino, nonché un piccolo ristorante in gestione al centro di Roma.

Successivamente, conosce i proprietari del Glass Hostaria, Fabio Spada e Silvia Sacerdoti, un giovane ristorante romano di circa un anno. 
Al termine del 2005, le viene offerta la direzione della cucina. Dal 2006, Glass, giá pluripremiato a livello mondiale per la struttura architettonica, acquisisce visibilitá a livello gastronomico, vantando oggi presenza con punteggi e recensioni di tutto rispetto in tutte le guide e un ampio numero di articoli ed interviste sia su carta stampata che in televisione nazionale.
Riceve numerosi premi nazionali. Nel 2008 riceve le due forchette dal Gambero Rosso e nel 2010 riceve la Stella Michelin, unica donna per quell’anno. Oggi é tra gli chef piú premiati e riconosciuti con successo di critica e di pubblico.

La sua “storia” e quella del ristorante Glass sono diventate un case study alla Bocconi nel programma 2010.
E’ direttrice e docente di corsi professionali di cucina presso “Italian Chef Academy” e l’University of Illinois. Cristina continua a coltivare la sua passione per la cucina facendo stage, studiando e sempre con una particolare attenzione all’applicazione della scienza in cucina.

- See more at: http://www.sosiapistoia.it/artisti/cristina-bowerman/#sthash.bTdlf5LJ.dpuf


Categoria: Chef

 

ROMA 00165
Via Gregorio VII, 126
Tel. +39.06.3219252
Bologna 40123
Via Saragozza, 26
Tel +39.051.343830
CONTATTI
Copyright © 2003-2015 - Mismaonda S.r.l. - P.IVA 04242530378
Torna su