Marta Malvestiti

Anno di nascita: 1992
Lingue: Italiano, inglese

Frequenta la scuola di recitazione del Piccolo Teatro di Milano, dove si diploma nel 2017.
Durante l’accademia ha l’occasione di studiare con Luca Ronconiesercitandosi su un repertorio di drammaturgie classiche di Eschilo,Simon Weil e Pasolini.
Nella sua formazione incontra figure significative per il suo percorso: Carmelo Rifici, Fausto Paravidino, Mauro Avogadro, Serena Sinigaglia, Massimo Popolizio e Peter Stein.
Studia danza con Michele Abbondanza e movimento espressivo con Maria Consagra e Alessio Maria Romano, grazie ai quali approfondisce il metodo Laban/Bartenieff.
Nel 2016 partecipa a un corso di formazione con il regista britannico Declan Donnellan su Macbeth di Shakespeare presso la Biennale Teatro College di Venezia; vi ritorna nel 2019 per studiare con il regista svizzero Thom Luz.
Nell’estate del 2021 prende parte a Bloom, un progetto di ricerca ideato e diretto da Leonardo Lidi con il sostegno della Corte Ospitale di Rubiera, progetto che vede un gruppo di giovani attori, registi e drammaturghi impegnati in una residenza di quarantacinque giorni finalizzata allo studio di testi classici, per scoprire e tentare di definire, un nuovo tipo di drammaturgia contemporanea.

Lavora come interprete in diversi spettacoli tra i quali:
- Pasolini, viaggio in Grecia , regia di Mauro Avogadro, Piccolo Teatro di Milano.
- Intorno a Ifigenia liberata , regia di Carmelo Rifici, Festival dei Due Mondi di Spoleto,
Territori – Festival di teatro in spazi urbani di Bellinzona.
- Assetati , regia di Caterina Gozzi, FIT Festival del Teatro LAC di
Lugano.
- Uomini e no , regia di Carmelo Rifici, Piccolo Teatro di Milano.
- Choròs, il luogo dove si danza , progetto e regia di Alessio Maria Romano, Teatro LAC di Lugano, Festival Oriente Occidente di Rovereto.
- La tragedia del vendicatore , regia di Declan Donnellan, Piccolo Teatro di Milano.
- Playstorm – Instant theater , regia di Fausto Paravidino, Teatro Stabile di Torino.
- La bottega del caffè , regia di Igor Horvat, Teatro LAC di Lugano.
- Macbeth, le cose nascoste , regia di Carmelo Rifici, Teatro Argentina di
Roma.
- Fedra , regia di Leonardo Lidi, Teatro LAC di Lugano.
- I due gemelli veneziani, regia di Valter Malosti, Teatro stabile del
Veneto.
- Il misantropo, regia di Leonardo Lidi, Teatro Stabile di Torino.
- Sogno d'una notte di mezza estate, regia di Valerio Binasco, Teatro
Stabile di Torino.

Nel 2018 inizia una collaborazione con alcuni compagni di accademia, insieme ai quali fonda il collettivo teatrale La tacchineria , realizzando lo spettacolo Potrei amarvi tutti ,spettacolo vincitore del premio Borsa Teatrale Anna Pancirolli.
Successivamente, insieme ad alcuni componenti del collettivo, inizia una collaborazione con il drammaturgo Riccardo Favaro , partecipando in qualità di interprete allo spettacolo Una vera tragedia, progetto vincitore del Premio Scenario 2019, portato in scena presso il FIT Festival del LAC di Lugano, il Festival delle Colline Torinesi, e Teatro i di Milano.
Nel 2017 partecipa come interprete al cortometraggio Istantanea diretto da Roberta Borgonovo, il corto vince il Premio Miglior Corto Turistico presso il 48h Film Festival di Bolzano.
Partecipa al videoclip Sweat di Billy Kenny e Huxley Music, una produzione Gugu Production.
Nel 2021 recita nel film Quattro metà di Alessio Maria Federici.

Formazione musicale: studia al Liceo Classico Paolo Sarpi di Bergamo a indirizzo musicale, durante il quale studia pianoforte e canto corale. Dal 2021 studia batteria.



Categoria: Attrici

 

ROMA 00165
Via Gregorio VII, 126
Tel. +39.06.3219252
Bologna 40123
Via Saragozza, 26
Tel +39.051.343830
CONTATTI
Copyright © 2003-2022 - Mismaonda S.r.l. - P.IVA 04242530378
Torna su